Le 5 migliori enoteche online del 2017

AMMETTIAMOLO: comprare i nostri vini preferiti online, comodamente da casa, è una grande manna dal cielo! L’esistenza di siti web specializzati, spesso davvero molto ben forniti e organizzati, ci ha semplificato la vita e ci ha dato la possibilità di acquistare il vino più facilmente. Spesso infatti, tra lavoro gli impegni quotidiani, il tempo stringe e andare in enoteca diventa quasi impossibile.

enoteca-online

La soluzione a questo problema? Comprare direttamente online, dove possiamo addirittura scegliere tra un vasto assortimento di vini e trovare quello più giusto per noi. Oggi, allora, vi sveliamo le migliori 5 enoteche online

Wineshop

wineshop.it

Nato allo scopo di far conoscere i vini di qualità delle piccole aziende vinicole italiane, Wineshop è oggi uno dei portali italiani più importanti per l’acquisto di vino online. Se non siete dei veri intenditori (oppure lo siete) e vi piace essere davvero informati sul prodotto che state per comprare, questo è il sito che fa per voi… Ogni bottiglia è infatti accompagnata da informazioni dettagliate che vi condurranno alla scelta più giusta. Ma non solo, all’interno del sito non si parla esclusivamente di vino, ma vi è anche una grande raccolta adi ricette per rendere le vostre cene impeccabili e super originali. Su wineshop.it la spedizione è gratuita sopra i 99€.

– Ma c’è dell’altro: in esclusiva, solo per voi, ecco uno sconto del 10%, valido fino al 30 giugno 2017. Vi basterà utilizzare il codice –> BIANCOVINO2017 e il gioco è fatto!

Vino75

vino75.com

Avete in programma un cena romantica? State cercando del vino da sorseggiare a casa, guardando un film o leggendo un buon libro? Oppure vi serve una bottiglia da collezione per un regalo? A tutte queste esigenze risponde velocemente Vino75 che presenta una sezione, davvero interessante e originale, dedicata ai consigli del sommelier. Suddivise per occasioni, dalla cena formale sino al vino da meditazione,  ogni bottiglia è accompagnata da una descrizione puntuale e molto chiara sia del vino che della zona di produzione… vino75.com è l’enoteca online per il vino di qualità!

– Ecco un’altra sorpresa: anche qui, fino al 30 giugno 2017, avrete la possibilità di usufruire di uno sconto del 10% inserendo il codice –> V75BIV10 …Meglio di così?!

Tannico

tannico.it

Senza dubbio Tannico è il sito che offre l’assortimento maggiore… La piattaforma è davvero intuitiva e si naviga molto facilmente. Vi è davvero l’imbarazzo della scelta, in quanto non solo è possibile trovare un assortimento vasto e interessante di aziende italiane, ma sono presenti anche un buon numero di vini provenienti dal resto del mondo. Ciò che più ci piace è il modo in cui viene presentata la sezione “promo”, in cui vengono scelti dei temi o delle cantine in cui sono raggruppate tutte le promozioni in corso… Su tannico.it troverete attenzione e cura per i dettagli!

– In esclusiva per voi, ma solo fino al 09 Marzo 2017, uno sconto del 10% inserendo il codice –> bianco-daou-3121 …Datevi da fare!

Callmewine

callmewine.com

La home page di Callmewine ci accoglie subito con i vini della settimana selezionati dagli esperti, così da poter individuare immediatamente le novità da degustare, evitando la ricaduta nelle solite abitudini. Oltre ad un vasto assortimento, non manca, poi, la sezione dedicata agli abbinamenti: sempre molto utile per non sbagliare nulla! Il sito risulta davvero completo, ed è possibile scegliere il vino in base al criterio che più preferiamo: annata, zona di produzione, regione, e davvero tante altre combinazioni. Su callmewine.com troverete solo vini veri e vini buoni, risparmiando!

Wineowine

wineowine.com

Anche Wineowine dà la possibilità di scegliere il vino in base a differenti criteri e il sito si presenta di facile fruizione. Quel che si apprezza maggiormente, oltre ad un interessante assortimento, sono i dettagli e le curiosità sul vino che si sta scegliendo… In questo modo è sempre possibile stupire i vostri amici e ospiti,  snocciolando un sacco di informazioni interessanti sul vino scelto per l’occasione. Su wineowine.com troverete grandi vini di piccole cantine!

 

Cari winelovers, a voi la scelta!
– Volete saperne di più? Siamo anche su FACEBOOK –

Vini pregiati e vini da collezione

Nel 2014 Sir. Alex Ferguson, lo storico allenatore del Manchester United, ha messo all’asta quasi 5.000 bottiglie di vino collezionate a partire dal 1980. Tra le etichette: Sassicaia, Ornellaia e Romanée-Conti, per un totale di circa 3 milioni di dollari di valore.

collezione-vini

Ma dove si svolgono queste aste vinicole? E quali sono i vini più pregiati e da collezione?

Il primo collezionista di vino della storia

Il primo grande collezionista di vini di cui si hanno tracce è Thomas Jefferson, il terzo presidente degli Stati Uniti. Egli passò qualche anno in Francia prima di diventare presidente e lì si appassionò ai vini francesi e, viaggiando nel nord Italia, a quelli piemontesi. Si narra che tornò da quel viaggio con una cospicua collezione di vini pregiati, che continuò ad ordinare anche dall’America. Secondo alcuni documenti ritrovati alla New York Public Library, la sua collezione annoverava centinaia di bottiglie di Champagne, Sherry e Madeira, Borgogna, Tokaji e di vino Nobile di Montepulciano.

collezione-vini

Alcune di queste rarissime e pregiatissime bottiglie sono sopravvissute sino ad oggi, anche se si trattano in gran parte di falsi o sono in possesso di grandi collezionisti privati.

I grandi vini italiani all’asta

Esistono case d’asta che hanno un reparto dedicato al vino, come ad esempio Christie’s. Altre invece sono specializzate soltanto in quello, come le italiane Bolaffi e Pandolfini, che negli ultimi anni, stanno registrando un trend positivo anche nel nostro paese. Le piazze più importanti ad oggi restano le indiscusse New York ed Hong Kong. Soprattutto dall’Oriente, infatti, arriva il maggior interesse verso questo mercato e verso le bottiglie da collezione.

collezione-vini

Un dato positivo che arriva dalle ultime aste è che, a fianco degli immancabili francesi,  i vini italiani sembrano diventare sempre più ricercati. Sono infatti presenti ormai da qualche anno, nelle liste dei vini più pregiati, le ultime 10 annate dei grandi toscani e di alcuni vini piemontesi. Sono etichette che non hanno bisogno di presentazioni: Sassicaia, Barbaresco, Barolo Le Vigne di Sandrone, Supertuscan Masseto, Ornellaia e Tignanello, per citarne solo alcune.

collezione-vini

I motivi per cui determinate bottiglie hanno un valore così alto e altre sono ritenute da collezione (quindi non più bevibili) non sono legati solo al pregio del loro contenuto… Spesso a decretare il valore è la storia della sua produzione o la rarità delle uve, come nel caso del Romanée-Conti. A volte, invece, è la storia di alcune bottiglie, dei loro viaggi e del nome a cui sono appartenuti a fare la differenza.

I vini più costosi al mondo

Dunque, quali sono i vini più costosi?

I record d’asta ad oggi appartengono ad alcune bottiglie provenienti dalla già citata collezione di Thomas Jefferson, riconoscibili dalle iniziali “ThJ” incise sul vetro. La bottiglia più costosa del mondo è uno Chateau Margaux del 1787,  il cui valore è legato alla sua storia molto curiosa. Il proprietario della preziosa bottiglia, tale William Sokolin, la volle portare per onorare la cantina ad un gala organizzato a New York. Durante la serata, però, questa venne urtata e ridotta in mille pezzi da un cameriere sbadato! Sokolin chiese un risarcimento all’assicurazione per il danno subito e sapete quanto ricevette? Ben 162.275€!

collezione-vini

Insomma, se volete lanciarvi anche voi nel mondo del collezionismo sappiate che non è affatto semplice, seppur molto affascinante. Il consiglio è quello di tenervi sempre aggiornati sulle aste e sulle quotazioni, e magari partire dal basso… Almeno all’inizio!

– Volete saperne di più? Siamo anche su FACEBOOK –

 

Azienda Vinicola Garofoli: connubio perfetto di modernità e tradizione

[ Oggi vogliamo raccontarvi una storia ]

Tutto ebbe inizio nel 1901, quando Gioacchino Garofoli decise di fondare la sua azienda vinicola a Castelfidardo, in provincia di Ancona. Da allora cinque generazioni si sono susseguite nella conduzione di questa realtà, restando fedeli alle intenzioni iniziali che vogliono valorizzare ed esprimere appieno le peculiarità del territorio.

azienda-vini-garofoli

L’azienda Garofoli: connubio di modernità e tradizione

La Garofoli è un’azienda molto grande, presente in numerosi Paesi nel mondo e specializzata nella produzione di vini DOC Verdicchio dei Castelli di Jesi. Questi vini vengono prodotti nella cantina di Serra de’ Conti, insieme con il Rosso Cònero e il Rosso Piceno, e la maggioranza delle uve utilizzate per la produzione del vino a marchio Garofoli provengono dai quattro vigneti di proprietà dell’azienda.

azienda-vini-garofoli

Da sempre, la filosofia aziendale è rimasta chiara e coerente: alla base di tutto c’è l’aggiornamento continuo delle tecniche produttive e il rispetto per le tradizioni, con un occhio attento alle evoluzioni del mercato e alle sue esigenze. Quello che colpisce, però, è la grande cura che viene riservata alla selezione delle uve e a tutte le altri fasi produttive… La famiglia rimane sempre il fulcro di tutto e la grande passione per il vino è tangibile in ogni dove!azienda-vini-garofoli

Un assaggio di Brumato Garofoli

Lasciate che vi raccontiamo del nostro preferito: il passito di Verdicchio dei Castelli di Jesi prodotto dall’azienda vinicola Garofoli…

Dovete sapere che, i vini passiti sono solitamente catalogati tra i vini speciali, ma vengono prodotti utilizzando le stesse tecniche di vinificazione utilizzate normalmente nella produzione del vino, con la differenza che le uve, prima di essere vinificate, vengono fatte appassire. L’appassimento può avvenire direttamente sulla vite o in cantina, e comporta una perdita d’acqua dell’acino con una conseguente concentrazione di zuccheri. Ne risulta un vino dolce, caratterizzato da una concentrazione alcolica piuttosto elevata.

azienda-vini-garofoli

Nello specifico, il Brumato Garofoli si presenta in una bottiglia molto elegante, dal vetro trasparente così che la prima cosa che si possa notare è il colore: un giallo intenso, ambrato, dai riflessi color miele, che fa già presagire un vino dolce e intenso. Al naso il vino è molto fine e delicato con un sentore di frutta sotto spirito, il sapore invece è deciso: un vino molto improntato sulla morbidezza e sulla persistenza.

È un vino ottimo da bere in compagnia, da sorseggiare con calma tra mille chiacchiere e che scalda, soprattutto in queste fredde giornate!

Passito a tavola e passito regalo 

Nonostante la particolarità e il gusto, questo è un ottimo vino da tavola, soprattutto da accompagnare a carni grasse e di cacciagione. Tuttavia, riteniamo che il modo migliore per gustare un passito ed esaltarne le caratteristiche sia quello di accompagnarlo a formaggi erborinati, ovvero quelli con la muffa… Insomma quelli che puzzano, anche parecchio!

azienda-vini-garofoli

Il consiglio è quindi di munirvi di Brumato Garofoli e gorgonzola per la vostra serata! Ma non è tutto, il passito è un ottimo accompagnamento anche per i dolci, soprattutto quelli da forno come crostate e biscotti, perfetto insomma per un dopo cena in compagnia. E perché non regalare una bottiglia di Brumato per un’occasione speciale?

azienda-vini-garofoli

– Volete saperne di più? Siamo anche su FACEBOOK –