MINE WINE – GAVI DOCG: Un vino nato dalla voglia di sperimentare

Mine Wine

Uno, undici, ventimila, quattro.  Non stiamo dando i numeri ma vi stiamo per raccontare una storia, quella di Giusi Scaccuto Cabella: lei con il suo Mine Gavi Docg 2018 ha fatto bingo. Un bianco tutto suo, nato dalla voglia di sperimentare e creare qualcosa di nuovo in una terra, il Piemonte, palcoscenico di grandi vini. Per saperne di più basta trasformare quei numeri in parole, perciò iniziamo il “conto”.

Mine Wine | Un progetto di “vite”

mine-wine-gavi

Photo Copyright © Cristian Castelnuovo

Una vita trascorsa tra i filari, l’amore per il vino e la conoscenza del territorio hanno convinto Giusi a intraprendere il progetto di MineWine. Da mamma di questo progetto si occupa personalmente di tutte le fasi della produzione del suo Gavi Docg: dalla selezione delle uve alla commercializzazione del prodotto. Il vino pensato e realizzato da Giusi è uno ma ha l’anima di 11 terre, assemblate sapientemente dalla produttrice: un Gavi unico, un bianco dalle mille sfaccettature conferite da terreni molto diversi.  Il risultato è un vino che rappresenta a pieno la sua personalità.

mine-wine-gavi

Photo Copyright © Cristian Castelnuovo

Mine Wine | 11 terre in un calice

Bosio, Capriata d’Orba, Carrosio, Francavilla Bisio, Gavi, Novi Ligure, Parodi Ligure, Pasturana, San Cristoforo, Serravalle Scrivia, Tassarolo: le 11 anime del Mine Wine Gavi, i comuni della denominazione del bianco piemontese. Terreni, microclimi, paesaggi molto diversi che si combinano grazie alle competenze e al cuore della produttrice.

mine-wine-gavi

Photo Copyright © Cristian Castelnuovo

Protagonista assoluta di questo territorio è l’uva Cortese che ne costituisce al 100% la Docg e che si arricchisce di molteplici sfaccettature delle terre (bianche, rosse e di mezzo) in cui è prodotta. Un’ uva dagli aromi freschi e dall’acidità sostenuta da cui deriva un vino di grande intensità e struttura. Il risultato finale ha la firma di Giusi: è lei a scegliere le percentuali del blend delle 11 terre.

Mine Wine | Promosso o bocciato?

Un vino che parte da un’idea forte ed originale. Un gavi appena nato e con poca esperienza, ancora troppo presto ipotizzarne longevità ed evoluzioni. Indubbiamente, dal punto di vista tecnico, si tratta di un vino “fatto bene”: elegante, equilibrato, piacevolmente agrumato e molto beverino.

Mine Wine

Mi aspettavo forse un maggior coinvolgimento al naso, visto la quantità di uve e le diverse composizioni dei terreni da cui provengono. Si tratta, tuttavia, di un prodotto da provare e da poter abbinare a tutto pasto. Staremo a vedere come si svilupperà questo interessantissimo progetto, sperando che l’idea non risucchi il vino stesso!

Mine Wine

Il Mine Wine Gavi Docg 2018 è giovane ma ha già fatto tanta strada, grazie all’intraprendenza di Giusi. Un bianco piemontese che ha superato i confini italiani e le sue 20mila bottiglie vengono distribuite oltre che in Italia, anche nel resto d’Europa, negli Usa e in Russia.

CLAUDIO LIMINA
claudio.limina@gmail.com

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.