Azienda Vinicola Garofoli: connubio perfetto di modernità e tradizione

[ Oggi vogliamo raccontarvi una storia ]

Tutto ebbe inizio nel 1901, quando Gioacchino Garofoli decise di fondare la sua azienda vinicola a Castelfidardo, in provincia di Ancona. Da allora cinque generazioni si sono susseguite nella conduzione di questa realtà, restando fedeli alle intenzioni iniziali che vogliono valorizzare ed esprimere appieno le peculiarità del territorio.

azienda-vini-garofoli

L’azienda Garofoli: connubio di modernità e tradizione

La Garofoli è un’azienda molto grande, presente in numerosi Paesi nel mondo e specializzata nella produzione di vini DOC Verdicchio dei Castelli di Jesi. Questi vini vengono prodotti nella cantina di Serra de’ Conti, insieme con il Rosso Cònero e il Rosso Piceno, e la maggioranza delle uve utilizzate per la produzione del vino a marchio Garofoli provengono dai quattro vigneti di proprietà dell’azienda.

azienda-vini-garofoli

Da sempre, la filosofia aziendale è rimasta chiara e coerente: alla base di tutto c’è l’aggiornamento continuo delle tecniche produttive e il rispetto per le tradizioni, con un occhio attento alle evoluzioni del mercato e alle sue esigenze. Quello che colpisce, però, è la grande cura che viene riservata alla selezione delle uve e a tutte le altri fasi produttive… La famiglia rimane sempre il fulcro di tutto e la grande passione per il vino è tangibile in ogni dove!azienda-vini-garofoli

Un assaggio di Brumato Garofoli

Lasciate che vi raccontiamo del nostro preferito: il passito di Verdicchio dei Castelli di Jesi prodotto dall’azienda vinicola Garofoli…

Dovete sapere che, i vini passiti sono solitamente catalogati tra i vini speciali, ma vengono prodotti utilizzando le stesse tecniche di vinificazione utilizzate normalmente nella produzione del vino, con la differenza che le uve, prima di essere vinificate, vengono fatte appassire. L’appassimento può avvenire direttamente sulla vite o in cantina, e comporta una perdita d’acqua dell’acino con una conseguente concentrazione di zuccheri. Ne risulta un vino dolce, caratterizzato da una concentrazione alcolica piuttosto elevata.

azienda-vini-garofoli

Nello specifico, il Brumato Garofoli si presenta in una bottiglia molto elegante, dal vetro trasparente così che la prima cosa che si possa notare è il colore: un giallo intenso, ambrato, dai riflessi color miele, che fa già presagire un vino dolce e intenso. Al naso il vino è molto fine e delicato con un sentore di frutta sotto spirito, il sapore invece è deciso: un vino molto improntato sulla morbidezza e sulla persistenza.

È un vino ottimo da bere in compagnia, da sorseggiare con calma tra mille chiacchiere e che scalda, soprattutto in queste fredde giornate!

Passito a tavola e passito regalo 

Nonostante la particolarità e il gusto, questo è un ottimo vino da tavola, soprattutto da accompagnare a carni grasse e di cacciagione. Tuttavia, riteniamo che il modo migliore per gustare un passito ed esaltarne le caratteristiche sia quello di accompagnarlo a formaggi erborinati, ovvero quelli con la muffa… Insomma quelli che puzzano, anche parecchio!

azienda-vini-garofoli

Il consiglio è quindi di munirvi di Brumato Garofoli e gorgonzola per la vostra serata! Ma non è tutto, il passito è un ottimo accompagnamento anche per i dolci, soprattutto quelli da forno come crostate e biscotti, perfetto insomma per un dopo cena in compagnia. E perché non regalare una bottiglia di Brumato per un’occasione speciale?

azienda-vini-garofoli

– Volete saperne di più? Siamo anche su FACEBOOK –

 

De-Gustando: l’Italia a tavola e nel bicchiere

Lo spazio espositivo Zona K (nel quartiere Isola) ha ospitato, ieri, la prima edizione di De-Gustando, un percorso dedicato alla ricerca di piccole perle del Made In Italy.

 

L’evento ha coinvolto 22 aziende di vino, birra e cibo che hanno voluto rappresentare le eccellenze italiane e che hanno dato vita a un meltin’ pot regionale nel cuore di Milano, città di Expo 2015. Oltre 50 vini in degustazione, etichette più o meno conosciute… ma tutte estremamente caratterizzate da un’elevata qualità di base!

L’azienda Barattieri è stata, senza dubbio, tra le protagoniste dell’evento, almeno per quanto ci riguarda. Molto conosciuti per il loro Vinsanto di Albarola, DOC piacentina prodotta solo da questa storica azienda, la famiglia Conti Barattieri ha ripreso la strada della viticoltura e della vinificazione di qualità sulle colline della Val Nure.

 

© aziendabarattieri.itUn vino dolce che ci ha conquistato, dalla prima all’ultima goccia… Il racconto di una famiglia che affonda le sue radici in un passato secolare. Qui, la raccolta dell’uva è ancora manuale: solo i grappoli migliori vengono selezionati, nel rispetto delle piantagioni. La superficie coltivata a vite è di circa 35 ettari, tutta situata in zona collinare esposta a sud. Il Vinsanto (ottenuto da  Malvasia di Candia aromatica passita ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti in tutta Italia. È certamente il vino “più artigianale” che l’azienda produce: sono necessari ben nove anni di maturazione del mosto e dotte procedure di lavorazione, tramandate da secoli, prima di imbottigliare. E se un detto popolare recita che il vino buono sta nella botte piccola, stavolta non possiamo che concordare appieno!

 

Un riconoscimento va al progetto TiBevo, che dal 2014 promuove e spinge i produttori italiani, cercando di costruire un network integrato che consenta al consumatore di conoscere e reperire i prodotti artigianali su tutto il territorio nazionale.