Le Marchesine: eccellenza in Franciacorta

le-marchesine-franciacorta

Non è certamente facile ritagliarsi uno spazio e trovare una posizione di rilievo nel mondo del vino, soprattutto all’interno di una “regione” così competitiva e complessa come la Franciacorta. Ma ecco la prova che il duro lavoro e la costante ricerca dell’eccellenza, alla lunga, ripagano: è il caso di Le Marchesine, piccola e innovativa azienda lombarda dalle grandi ambizioni.le-marchesine-vini

Solo nel 1985, Giovanni Biatta (il capostipite) acquistò i primi 3 ettari in zona Franciacorta, ma oggi l’azienda si è notevolmente estesa fino a raggiungere i 48 ettari di vigneto, tutti iscritti agli albi delle DOC e DOCG. La produzione è molto vasta e di alta qualità, e le parole d’ordine sono innovazione e prestigio.

Circa 475 mila bottiglie all’anno di cui a farla da padroni sono le 230 mila di Franciacorta Brut ed Extra Brut e 40 mila di Rosé Millesimato, che rappresentano le principali produzioni di questa cantina vinicola.

cantina_le_marchesine

I vini che preferiamo

Dobbiamo ammettere che l’intera produzione merita una menzione, ma dopo diversi assaggi (ebbene si, ci siamo immolati per voi) possiamo dire che i nostri preferiti sono indubbiamente il Franciacorta DOCG Brut e il Franciacorta DOCG Satèn Millesimato.

Franciacorta DOCG Brut

Questo vino nasce da selezioni di uve Chardonnay, Pinot bianco e Pinot nero. La vendemmia viene eseguita a mano e in piccole casse, con una pressatura molto lenta e soffice dei grappoli interi. Questo procedimento consente di mantere integri il sapore e i profumi della Franciacorta. L’affinamento viene eseguito a temperature controllate (12° – 14°) per almeno 25 mesi, dopo i quali il Franciacorta D.O.C.G. Brut assume le sue caratteristiche di profumo e sapore e con un finissimo perlage.

le-marchesine-franciacortaGRADAZIONE ALCOLICA = 12,5% vol.

Ciò che colpisce è il suo olore particolarmente brillante, il perlage fine e prolungato, il profumo di frutti esotici e fiori di sambuco. Sappiate che questo è un vino davvero versatile che può davvero essere abbinato a tutto pasto, poiché in bocca risulta fresco, pulito e rotondo. Provatelo!

Franciacorta DOCG Satèn Millesimato

Il Satèn Millesimato si compone di sole uve Chardonnay. Anche per questo vino, la vendemmia viene effettuata a mano in piccole casse, con pressatura lenta e soffice dei grappoli interi. L’affinamento, invece, dura almeno 36 mesi. Il sapore è vellutato, i profumi eccezionali: sentori di ginestra, kiwi e orzo perlato. Alla vista è particolarmente brillante e luminoso, le bollicine minuscole e numerosissime.

le-marchesine-franciacorta
GRADAZIONE ALCOLICA 
13% vol. 

Perché scegliere Le Marchesine?

La forza dell’azienda è probabilmente la grande dedizione dedicata al raggiungimento del miglior prodotto possibile. Un’accurata selezione delle migliori barbatelle da impiantare, l’utilizzo degli stessi ceppi di Pinot Noir e Chardonnay usati in Francia e una continua innovazione tecnologica fanno poi il resto. 
le-marchesine-franciacorta
Non è quindi un caso se l’azienda vanta un rapporto ultradecennale con l’Istituto Enologico di Champagne, una vera e propria istituzione della regione e di cui è membro l’enologo stesso de Le Marchesine, Jean Pierre Valade.

– Vuoi saperne di più? Seguici su FACEBOOK –

 

 

 

Corteaura: sinceramente Franciacorta

azienda-corte-aura

Corteaura nasce nel 2009 grazie a Federico Fossati, un giovane ragazzo veneto con un sogno nel cassetto: produrre un vino di qualità in un territorio di vocazione. E, vi starete chiedendo, perché scegliere proprio la Franciacorta senza avere delle radici o un passato in quel luogo? Senza dubbio perché si tratta di regione vinicola unica che sa garantire ai vini una gamma di sfumature davvero ricca e variegata.

corteaura-azienda-franciacorta

Tutto comincia con un’accurata opera di ristrutturazione che ha trasformato un antico edificio rurale nell’odierna cantina, e continua poi con il fortunato incontro con Pierangelo Bonomi, enologo di una lunga esperienza nel campo del Franciacorta, che ha reso veramente possibile la primissima produzione.

Oggi Corteaura produce 100.000 bottiglie e lavora oltre 6 ettari di vigneto, la maggior parte dei quali di proprietà dell’azienda.

Corteaura: vino d’eccellenza

Esattamente ai piedi del Monte Alto e non distante dal Lago d’Iseo, il progetto Corteaura mira alla costanza qualitativa, all’identità del territorio e alla facilità di beva pur in una architettura rigorosa e strutturata che allunga i tempi di affinamento delle bottiglie sui lieviti (25 mesi minimo anziché 18 previsti dal Consorzio Franciacorta).

corteaura-franciacorta

“Corte” non è solo una parola, ma è parte integrante della storia. Il suo significato risale già al medioevo, quando queste terre, amministrate dai monaci Benedettini e Cluniacensi, godevano dell’esenzione da tasse e dazi poiché curtes francae, ovvero corti franche.

“Aura”, invece ha origini ancora più antiche e risalenti alla mitologia greca: si tratta, infatti, del nome di una ninfa dalle movenze veloci come il vento. E’ quindi simbolo di movimento ed energia positiva!

corteaura-franciacorta

Unendo le due parole si ottiene un nome assai evocativo: un omaggio alla terra in cui ci si trova e un tocco magico per descrivere qualcosa di davvero unico…

Corteaura Brut Chardonnay

Ecco il vino ideale per la vostra estate! Lo Chardonnay Brut Corteaura è piacevolmente agrumato e con una bella sapidità: un vino complesso e strutturato, ma che si beve davvero facilmente (soprattutto se ben freddo).

Adatto per un aperitivo, si abbina anche a tutto il pasto con piatti a base di pesce o di verdure. Provatelo assolutamente con qualche pietanza tipicamente estiva come le insalate di riso o la caprese di mozzarella e pomodoro… Non ve ne pentirete!

corteaura-franciacorta-vino

DENOMINAZIONE: Franciacorta DOCG
VITIGNO: Chardonnay 100%
AFFINAMENTO: In vasche d’acciaio
AROMI: Fiori bianchi e frutta gialla
GRADO ALCOLICO: 12,5 %
TEMPERATURA IDEALE: 6 ?

Corteaura e la tartaruga

Cosa c’entra la tartaruga? Questo animale così pacato non è altro che il simbolo stesso dell’azienda, che fa della lentezza e dell’attesa due grandi pregi.

Si suole spesso dire “tempo al tempo”, e in Franciacorta saper aspettare il momento ideale è davvero indispensabile. Bisogna attendere che l’evoluzione si compia per ottenere un risultato perfetto! Annata dopo annata è davvero necessario prendersi cura del territorio e della cantina con cura e passione.

corteaura-franciacorta

Insomma, la storia di Corteaura nasce esclusivamente dalla volontà di dar vita a un vino di grande qualità. Un prodotto di assoluta eccellenza, sinceramente buono e semplicemente perfetto… E, allora perché non provarlo?

– Volete saperne di più? Seguiteci su FACEBOOK –