Milano Wine Week 2020: la settimana del vino si fa digital

Dopo la delusione di aver visto i più grandi eventi enologici annullati e lo sconforto di aver dovuto rinunciare a troppi calici di buon vino, finalmente un’ottima notizia per i Wine Lovers: dal 3 all’11 Ottobre ritorna la Milano Wine Week, la grande kermesse vinicola firmata SG Company, con un format innovativo e ambizioso, che ha saputo fare di necessità virtù.

Milano Wine Week: le novità del 2020

Ph. credits Milano Wine Week

“Se la realtà cambia dobbiamo cambiare anche noi”: è con queste parole che la #MWW, ormai giunta alla terza edizione, si impone sullo scenario enologico mondiale come primo evento internazionale del vino del 2020.

Dopo il successo dello scorso anno, le vie del capoluogo lombardo tornano a inebriarsi di vino trasformando la città in un grande palcoscenico per il settore vinicolo con un programma ricco di appuntamenti e di novità. Già perché, per far fronte alle limitazioni imposte dalla pandemia Covid-19, l’evento è stato ripensato e adattato, attraverso la creazione di una piattaforma digitale che, a supporto della manifestazione, consentirà la realizzazione di Digital Tasting, ovvero degustazioni per operatori, stampa e buyers in collegamento streaming dalle sedi internazionali della MWW dislocate nelle città di Toronto, San Francisco, New York, Miami, Londra, Mosca, Shanghai e Hong Kong.

Ma non è finita qui, la piattaforma renderà fruibili, sia in streaming che on demand, diversi forum che avranno sede in città nelle location della MWW: export, trend emergenti, retail, millennials wine generation, sono solo alcune delle tematiche che verranno affrontate nel corso di questa settimana dedicata interamente al vino.

Milano Wine Week: gli imperdibili per chi è in città

Ph. credits Milano Wine Week

Per l’intera settimana i principali quartieri di Milano verranno trasformati in Wine District, ognuno dei quali porterà la bandiera di un Consorzio di Tutela e sarà il salotto di eventi, aperitivi, cene e degustazioni organizzati nei ristoranti e bar aderenti.

Nel quartier generale di Palazzo Bovara sarà allestita l’Enoteca ufficiale della MWW dove avrete la possibilità di acquistare i vini protagonisti della manifestazione. E per chi, pur restando a casa, vuole godersi la settimana del vino? Nessun problema, hanno pensato anche a voi: in occasione di questo evento potrete partecipare a degustazioni digitali tenute dai produttori acquistando i vostri vini dalla piattaforma e-commerce ufficiale. E se guardando gli story-cooking, in cui famosi chef creano ricette partendo da un vino, vi dovesse venire anche fame, potrete prenotare i menù a tema ideati dai ristoranti per l’occasione attraverso le principali app di delivery!

Il nostro consiglio? Fate un giro per i locali dei Wine District, assaggiate i vini proposti e vivete anche l’esperienza dei Wine Pairing. Gustare i piatti di rinomati chef stellati e accompagnarli ai vostri calici renderà questa settimana indimenticabile!

Date un’occhiata al PROGRAMMA per non perdervi nulla!
Noi stiamo già preparando i calici, e voi siete pronti a partecipare a questa nuova edizione della Milano Wine Week?

Milano Wine Week 2019: cosa fare, dove andare

milano-wine-week-2019

Il sipario sulla Fashion Week è appena calato. Milano, però, teatro sempre ricco di spettacoli imperdibili, si prepara a un’altra settimana “frizzante” (o anche “ferma”, se preferite): ladies and gentlemen, dal 6 al 13 ottobre va in scena la Milano Wine Week 2019. Mettetevi comodi, qui l’outfit non conta; servono passione per il vino, buon palato e un calice sempre pronto. Gli eventi sono tanti, perciò l’agenda della settimana ve la suggeriamo noi!

milano-wine-week-2019

Milano Wine Week: il programma

Se la moda qui a Milano ha il suo bel quadrilatero, il vino si allarga e scorre lungo sei distretti, appunto i Wine District dove si svolgeranno le manifestazioni della #MWW. L’Headquarter rimane Palazzo Bovara, in Corso Venezia, sede di alcuni appuntamenti più istituzionali e location perfetta per masterclass, seminari, lanci di nuove etichette. Da qui potrete spingervi alla scoperta dei 300 appuntamenti previsti lungo sei quartieri principali: Brera/Garibaldi/Solferino abbinato al Franciacorta, Eustachi al Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Porta Nuova brandizzata dal Consorzio Prosecco DOCG, Porta Venezia appannaggio dei Consorzio delle DOC del Friuli Venezia Giulia, Isola regno della Regione Sardegna e, per finire, Arco della Pace e Corso Sempione accolgono il Consorzio dell’Asti DOCG.

Vi siete già persi, lo sappiamo. Sembra il Paese delle Meraviglie ma senza bussola può diventare difficile orientarsi. Non fate come Alice, seguite Biancovino per non perdervi…gli appuntamenti più importanti della settimana.

Sabato 5 ottobre: brindisi di inaugurazione

milano-wine-week-2019

Per brindare a questa seconda edizione della Milano Wine Week ci si vede sabato 5 ottobre alle 18 nel City Life Shopping District. Come l’anno scorso, dopo il taglio del nastro in Piazza Tre Torri e un flash mob che coinvolge migliaia di persone, si alzano i calici. Saranno le bollicine delle aziende aderenti all’Istituto Trentodoc a inaugurare questi sette giorni dedicati, al mondo enologico. Se la scorsa edizione ve lo siete perso, non fate lo stesso errore quest’anno: è un appuntamento irrinunciabile per dare il via a una settimana da dio (Bacco ovviamente).

Domenica 6 ottobre: masterclass & degustazioni

milano-wine-week-2019

Svegliatevi con calma, fate colazione e poi dritti a Palazzo Bovara, cuore della MWW. Dalle 11 alle 13 ci sarà la presentazione in anteprima dei premi speciali della guida Slow Wine. Ma non finisce qui perché seguiranno masterclass e “Walk around tasting”. Se poi volete assistere al debutto di Montelvini alla Milano Wine Week, non dovete fare altro che una breve passeggiata verso Villa Necchi Campiglio, luogo incantato per un evento importante.  Qui la serata trascorre con le bollicine della Cantina abbinate a un piatto di Eugenio Boer.

Lunedì 7 ottobre: festival Franciacorta

milano-wine-week-2019

E’ lunedì per tutti, ma per i winelovers è un lunedì più dolce, morbido, avvolgente. Gli appuntamenti col vino renderanno meno strong questo inizio di settimana. Dopo la mattinata a lavoro, infatti, salutiamo il nostro capo e ci dirigiamo a Palazzo Bovara dove dalle 15.30 alle 21.30 le luci si accendono per il Festival Franciacorta a Milano. Ci aspetta una degustazione di vini delle aziende aderenti al Consorzio selezionate per l’occasione.

Martedì 8 ottobre: vini al buio

Una giornata perfetta per fare un giro dei sei distretti e conoscere tra un sorso e un altro le realtà che per una settimana li animeranno. Nel corso di questa passeggiata è previsto un pit-stop in Triennale dove, assaggiando un po’ di arte e con l’acquisto del biglietto, vi verrà offerto un calice di bollicine Ferrari Trentodoc. Se non siete ancora stanchi c’è un altro appuntamento imperdibile: Eataly Milano Smeraldo, Vini al Buio. Insieme ai sommelier dell’enoteca di Eataly è possibile degustare alla cieca due o tre vini con tratti in comune e differenze, per imparare tramite i sensi tante cose su vini e vitigni, stili e territori.

Mercoledì 9 ottobre: alla scoperta dei produttori

milanowineweekofficial_1563008341_2086987692660025579_7381878282

Un pomeriggio di metà settimana può diventare molto speciale. Dalle 18 alle 20 Palazzo Bovara ospiterà  “La verticale di Basilisco: il vino ‘vulcanico’ biologico espressione più autentica del Vulture”, a cura di Feudi di San Gregorio. A bordo di un calice si compie un viaggio in terra lucana attraverso uno dei suoi vini più tradizionali. Ma non è finita qui, non possiamo mancare l’appuntamento con la Cantina San Michele che,  con il winemaker Hans Terzer, presenta un’eccellenza: Appius 2015.

Giovedì 10 ottobre: Piemonteland

Il weekend si avvicina e prepariamoci ad affrontarlo al meglio già da giovedì sera. Un “riscaldamento” ideale è il grande tasting dei Consorzi vinicoli piemontesi aderenti a Piemonteland. L’indirizzo? La splendida sede del The Brian & Barry Building su Piazza San Babila, dalle 19 alle 23. Una degustazione in movimento, letteralmente un sali e scendi di aromi, sentori, sapori. Perché le varie denominazioni saranno presentate in un percorso attraverso i sei piani dell’edificio tra moda, accessori e gioielleria. Finita la degustazione prendete l’ascensore fino alla Terrazza 12: un party esclusivo concluderà la giornata.

Venerdì 11 ottobre: il Wine Generation Forum

Giornata piena per i winelovers più incalliti. A Palazzo Bovara si svolgerà l’anteprima del Merano Wine Festival che prosegue fino a sabato. Un altro evento da segnare è il Wine Generation Forum, novità di questa edizione. Un momento di incontro tra addetti ai lavori nati negli anni ’80 e ’90, riuniti con l’obiettivo di costruire il Manifesto della Wine Generation, una serie di obiettivi che la nuova generazione impegnata nel settore dovrà darsi per portare un nuovo approccio al mondo enologico e fornire le adeguate risposte alle nuove generazioni di consumo.

Sabato 12 ottobre: Leonardo da Vinci e il vino

leonardo-da-vinci-vino

Una serata “geniale” quella di sabato a Palazzo Bovara. Mette insieme, infatti, il vino e Leonardo Da vinci, con il suo volto meno noto, quello di appassionato enologo e sommelier. L’evento organizzato da Cantine Leonardo si terrà dalle 19 alle 23 nel headquarter della #MWW ed è dedicato proprio alla scoperta di questo aspetto del genio di Leonardo. La degustazione prevede le collezioni di vino, realizzate con il Metodo Leonardo® , messo a punto da Cantine Leonardo da Vinci.

Domenica 13 ottobre: Le Donne del Vino

La Milano Wine Week si tinge di rosa per quest’ultima giornata con Le Donne del Vino, associazione che ha coinvolto una selezione di aziende italiane posizionate sulla direttrice Milano-Cortina – per omaggiare l’assegnazione dei Giochi Olimpici invernali del 2016 – per una degustazione dei loro vini nei negozi di Corso Buenos Aires. Si può accedere alla degustazione acquistando una card valida per 3 assaggi. Un gesto doppiamente “buono”, perché il ricavato sarà devoluto all’AISM.

Questo è solo uno dei tanti percorsi possibili da seguire durante questa settimana speciale. L’importante è avere sempre il calice mezzo (o tutto) pieno.
Buona Wine Week a tutti!

Bottiglie Aperte: 6/7 OTTOBRE 2019, Superstudio Più (via Tortona 27 – Milano)

Fermento: 9 OTTOBRE 2019, Chiostri di San Barnaba (via S.Barnaba, 48 – Milano)

Per maggiori info sul programma e sugli eventi, cliccate qui.

MILANO WINE WEEK: BUONA LA PRIMA?

milano-wine-week-2018

Avete presente cos’è la fabbrica di cioccolato per i bambini (e, in verità, pure per qualche adulto)? Ecco, con le dovute differenze, è quello in cui Milano si è trasformata per i winelovers la settimana appena trascorsa. La prima edizione della Milano Wine Week, ideata da Federico Gordini, con i suoi appuntamenti e le sue iniziative ha celebrato la passione per il vino e ha richiamato professionisti del settore ma anche profani pronti a divertirsi in questo eno-lunapark. Ora che la festa è finita, è tempo per noi di tirare un po’ le somme.

LA SETTIMANA DEGLI ENO-APPASSIONATI

Milano-wine-week-debutto

Fashion Week, Design Week, Food Week: nel calendario di Milano mancava la settimana dedicata esclusivamente al vino. Non un’iniziativa volta a comunicare il vino a chi già lo conosce e ne ha fatto il proprio mestiere, ma un teatro aperto a tutti: a chi beve per passione ma senza essere un esperto, a chi vorrebbe saperne di più e iniziare a bere bene. Un programma intenso e accessibile a tutti, che coinvolgeva varie aree della città diventate veri Wine District come Porta Romana, Brera, Garibaldi, ognuna associata a un consorzio di tutela, e con Palazzo Bovara headquarter di questa MWW. Un’occasione per parlare di vino (e per berlo) ma anche un modo per avvicinare la gente a un mondo affascinante.

MILANO WINE WEEK, cosa non ci è piaciuto

Milano-wine-wwek-eventi

  • Programmazione “ballerina” e comunicazione latente a tratti
  • Approccio a volte troppo rigido e formale
  • Forte orientamento commerciale

Molti i locali che in giro per la città hanno aperto le porte al pubblico per raccontare il vino attraverso degustazioni. Tante tappe in un percorso lungo una settimana e non esente da imprevisti. In un cartellone ricco di appuntamenti, qualcuno “ha dato buca”. Così è accaduto che un locale indicato nel programma come location per una degustazione non ne fosse proprio a conoscenza. Qua e là non sono mancate imprecisioni o errori su giorno e ora degli eventi. Ci aspettavamo porte aperte e molte erano serrate. Siamo arrivati chiedendo “E’ qui la festa?” e ci hanno risposto di no. Per consolarci siamo andati a bere altrove.

MILANO WINE WEEK, cosa ci è piaciuto

Milano-wine-week-strenghts

  • Tanto vino, tante cantine, tante storie
  • Prezzi contenuti ed eventi gratuiti
  • Milano che diventa (anche) un punto di riferimento del vino

Non siamo qui a bacchettare, perché a controbilanciare le debolezze di un evento alla sua prima edizione ci sono molti elementi di forza. Degustazioni, masterclass, workshop, presentazioni e serate:  solo l’imbarazzo della scelta per chi davvero voleva saperne di più sul mondo del vino. Tanti e autorevoli i nomi di coloro che lo hanno raccontato come il sommelier “wine killer” Luca Gardini, grandi maison accanto ai piccoli produttori, ognuno con il suo spazio e con la sua straordinaria storia legata al vino. La Milano Wine Week ha cercato – con ottimi risultati – di offrire un panorama completo del mondo enologico con un linguaggio semplice e lasciando che fosse il calice a parlare più di tutti.

milano-wine-week-2018

Non ci resta che aspettare la prossima edizione della Milano Wine Week. Il conto alla rovescia è già iniziato e nel frattempo possiamo continuare a riempire il calice e brindare a questo debutto che ha reso felici come bambini tutti i winelovers.