Azienda Agricola Caven: nel cuore della Valtellina!

Abbiamo avuto il grande piacere di conoscere e assaggiare i vini della Famiglia Nera, proprietari della rinomata Azienda Agricola CAVEN CAMUNA  fondata nel 1982.

Il nome deriva dal fatto che in tempi remoti in località Caven, dove si trova la sede dell’azienda, risiedeva la civiltà Camuna, della quale sono venuti alla luce reperti archeologici di un certo valore storico. Una di queste testimonianze rupestri, senza dubbio quella di maggior interesse, viene custodita nel palazzo Besta di Teglio ed ha il nome di “Dea Madre”, simbolo della fecondità e della laboriosità di quelle genti.

vini-valtellina-caven

Azienda Agricola Caven – Passione e dedizione

Con oltre 30 ettari di vigneti in Valtellina e una selezione di uve Nebbiolo Chiavennasca tra le migliori in assoluto, la cantina produce circa 30mila bottiglie ogni anno. Quello che più ci ha colpito è senza dubbio l’impegno e la grande passione che quotidianamente necessita il lavoro in vigna. La massima cura che viene prestata per la vendemmia, scegliendo accuratamente le uve e mantenendole, con tutte le precauzioni del caso, il più integre possibile sino al loro arrivo in cantina. Sapevate che in Valtellina il periodo della vendemmia è intorno alla prima decade di ottobre? E poi, una volta vinificate le uve, il vino affina per almeno due anni (di cui uno in botti di rovere) così come prescritto dal disciplinare di produzione dei vini a D.O.C.G. di Valtellina che è molto esigente, complesso e rigoroso.

Azienda Agricola Caven – Non solo Nebbiolo

vigneto-valtellina

Il vitigno coltivato prevalentemente qui è il Nebbiolo, eccezionale vitigno autoctono della Valtellina e da sempre chiamato dai Valligiani “Chiavennasca”. Un vitigno storico, di cui si ha traccia da secoli e dal carattere estremamente versatile. Oltre ai vigneti impiantati a Nebbiolo, però, l’azienda agricola possiede anche un vigneto a Cabernet Sauvignon ed un altro vigneto a Chardonnay ed Incrocio Manzoni.

Azienda Agricola Caven – Valtellina Superiore 2010 Al Carmine (DOCG Inferno)

Ma parliamo del vino che ci ha davvero conquistati! Si tratta del tipico vino della sotto-zona Inferno: intenso, con un naso dove frutto e viola sono predominanti. L’assaggio è rotondo, morbido e dotato di sapidità e freschezza. Perfetto con carni rosse, stracotti e formaggi stagionati. Ci è piaciuto perché nel bicchiere abbiamo trovato quello che ci aspettavamo: un nebbiolo dotato di grande intensità, dove la potenza è comunque al servizio di una beva convincente e persistente. Ve lo consigliamo!

valtellina-superiore-al-carmine-caven

__Vitigno: Nebbiolo 100%
__Gradazione Alcolica: 13%
__Temperatura di servizio: 18 °C
__Momento per degustarlo: a cena, magari se avete ricevuto un invito formale!

 

– Se volete saperne di più sulla Valtellina e i suoi vini, leggete qui

Open Wine 2016: un tuffo nella Valtellina

vini-valtellina

Devo ammetterlo… Non conoscevo molto bene la Valtellina e sapevo ben poco dei suoi vini, fino a qualche giorno fa: Open Wine 2016 è stata davvero un’ottima occasione per lasciarmi coinvolgere nella riscoperta di una cultura così antica e così caratteristica. Un’occasione ghiotta per gustare ottimi vini accompagnati dai prodotti tipici che meglio rispecchiano la vera identità valtellinese. Un contesto multi-sensoriale con alcune tra le maggiori cantine locali riunite appositamente per la serata…
open-wine

I vini della Valtellina

La geografia dei vini valtellinesi si suddivide principalmente in due grandi etichette: il Valtellina Superiore e lo Sforzato, entrambi DOCG ed entrambi vini rossi. Le diverse varianti che si producono derivano dalle sottozone di provenienza dell’uva: Sassella, Inferno, Valgella, Grumello e Maroggia.

Valtellina Superiore DOCG

Il Valtellina superiore è un vino la cui produzione è consentita nella provincia di Sondrio con una percentuale minima di vitigno Nebbiolo del 90%. Per le restanti dosi, sono permessi altri vitigni a bacca rossa non aromatici idonei alla coltivazione per la regione Lombardia fino ad un massimo del 10%.

vini-valtellina

Questo vino deve essere sottoposto a un invecchiamento di 24 mesi di cui almeno dodici in botti di legno e presenta un bel colore rosso rubino tendente al granato. All’olfatto risultano i frutti rossi e le spezie con profumo persistente e molto gradevole. Il suo sapore? Decisamente asciutto e leggermente tannico. I Valtellina Superiore si accompagnano straordinariamente bene a secondi piatti di carne rossa, tanto alla brace quanto arrosto… Provateli!

Sforzato DOCG

Lo Sforzato (o Sfursat)  è un vino passito secco prodotto anch’esso nelle zone della Valtellina, laddove l’uva Nebbiolo, meglio conosciuta come Chiavennasca, la fa da padrona. Questo vino necessita di uve mature  sane e provviste di buccia robusta per sopportare l’appassimento e non subire attacchi esterni che inficerebbero il risultato finale.

vini-valtellina

L’appassimento delle uve avviene sotto un tetto, direttamente in pianta oppure in cantina. Lo Sforzato valtellinese è la risultante di due annate: quella relativa al ciclo produttivo dell’uva che si conclude con la raccolta e l’annata relativa alla fine della permanenza dei grappoli sui graticci per l’appassimento. Il suo colore si presenta come rosso rubino con riflessi granata, il profumo è intenso con sentori di frutti maturi, mentre al palato si manifesta asciutto e strutturato ma con una grande morbidezza.

Open Wine 2016

La Valtellina ha storicamente e sostanzialmente unito l’Italia al resto d’Europa: si tratta di un territorio invaso da molti popoli, ognuno dei quali ha lasciato un contributo oggi ben riconoscibile nelle tradizioni, nella cultura e nei prodotti tipici. E intorno al più importante di questi, il vino, si è venuta a creare una grande comunità che è oggi riconosciuta in tutto il mondo! Dalla passione di due giovani ragazzi valtellinesi che amano la propria terra è nato, invece, l’evento “Open Wine”: la prima edizione di un’alleanza tra cantine e di un connubio tra vino e cibo. Tenutosi lo scorso 28 Maggio a Sondrio, questo avvenimento ha riscosso molteplici consensi e tanta curiosità e, speriamo, diverrà un appuntamento fisso per tutti gli appassionati di cose buone… Date un’occhiata al loro sito!

Qui trovate l’elenco delle cantine che hanno partecipato:

  • Vini Balgera
  • Cantine Castel Grumello
  • Cooperativa Triasso Sassella
  • Azienda Agricola Fumagalli
  • Bruno Leusciatti
  • Azienda Agricol Marsetti
  • Nera Vini
  • Azienda Vitivinocola Nobili

E infine, un ringraziamento speciale al main partner dell’evento: WINELIVERY! ????

– Volete saperne di più? Siamo anche su FACEBOOK –